Secrets in Sicily

SECRETS IN SICILY

Krista Bell

Sinossi

Il raccontare è sempre di per sé un atto magico, che sia il racconto di una storia, di un viaggio, di un mondo, esso realizza un nuovo spazio mentale e fisico. Il racconto crea, s-vela e ri-vela. E così il titolo di questo delizioso testo per ragazzi di Krista Bell ci pone subito di fronte al nocciolo della questione, ci sono dei secrets – segreti – da scoprire. E il fatto che sia un libro per ragazzi rende ancora più magico l’atto del raccontare, e della sua conseguente lettura, perché i ragazzi possiedono una speciale dose di curiosità e coraggio, come dimostrano i protagonisti della storia, Gianni e suo cugino Andrea.

Alcuni segreti però nascondono verità crudeli e terribili. Come quello dei Carusi, un segreto svelato dalla nonna di Andrea, che attraverso il suo racconto riporta alla luce storie dimenticate o meglio nascoste, storie che tornano a vivere e vengono depositate nelle mani delle nuove generazioni nella speranza di non essere dimenticate.

E perché una versione bilingue? Innanzi tutto perché Gianni è un bambino australiano, in viaggio con il padre dalla sua famiglia italiana, che parla inglese, ma si trova ad interagire con un mondo tutto italiano, o meglio siciliano. L’Autrice concepisce questo testo come bilingue per rappresentare un’esistenza che unisce più mondi, che si traghetta tra suoni e significati diversi.

Tuttavia il senso del bilinguismo di questo testo non è solo nel voler rendere più realistica possibile la storia di un ragazzo che vive tra due mondi. Sta piuttosto nel promuovere la diversità e la molteplicità linguistica, nel veder rappresentata una lingua accanto all’altra, ma anche insieme. E sta nel mostrare una cultura e una società dell’altro, dove l’altro s-cambia continuamente la sua posizione. Un’esistenza qui ma anche altrove. Storie individuali tra continenti lontani che richiamano qualcosa di familiare e ci riportano a una storia universale.

E il racconto è anche dialogo, che arricchisce le varie parti, partecipando insieme alla creazione di una nuova storia. Questo libro lo è forse ancora di più perché è spesso un dialogo tra i personaggi durante il loro viaggio, tra famiglie lontane, tra due isole e tra due mondi: la Sicilia e l’Australia. Ma anche tra generazioni: tra nonni, genitori, e ragazzi. Tra passato e presente. Tra lingue: l’italiano, l’inglese e il siciliano.

Il racconto è quindi qui soprattutto incontro. Tra Gianni e la sua famiglia. Tra l’Australia e l’Italia. Tra i segreti e la verità. L’edizione bilingue diventa quindi una dovuta rappresentazione di questo incontro-dialogo-rivelazione.

SYNOPSIS

Telling is always in itself a magic act, either it is the telling of a story, or a journey, or a world, it creates a new mental and physical space. The story creates, d-isclose and r-eveal. And so the title of this delightful book for children of Krista Bell puts us immediately in front of the heart of the matter, there are secrets – segreti – to discover. And the fact that it is a children’s book makes it even more magical than the act of storytelling, and his subsequent reading, because the kids have a special dose of curiosity and courage, as the protagonists of the story, Gianni and his cousin Andrea.

But some secrets hidden cruel and terrible truth. Like that of Carusi, a secret revealed by the grandmother of Andrew, who through his story brings to light forgotten stories or rather hidden stories that come back to life and are deposited in the hands of the new generations in the hope of not being forgotten.

And why a bilingual version? Firstly, because Gianni is an Australian child, traveling with his father from his Italian family, who speaks English, but is found to interact with a world of Italian, or better Sicilian. The Author sees this as a bilingual text to represent an existence that combines multiple worlds, which ferries between different sounds and meanings.

However, the sense of bilingualism of this text is not only in wanting to make it as realistic as possible the story of a boy who lives between two worlds. Lies rather in promoting diversity and many languages, see represented in a language close to each other, but also together. It lies in showing a culture and society of the other, where the other c-hanges continually its position. A life here but elsewhere. Personal stories from distant continents that recall something familiar and take us back to a universal story.

And the story is also dialogue, which enriches the various parties, participating together with the creation of a new story. This book it is perhaps even more because it is often a dialogue between the characters on their journey, including families far away, between two islands and between two worlds: Sicily and Australia. But also between generations: between grandparents, parents, and children. Between past and present. Among languages: Italian, English and Sicilian.

The story here is therefore especially meeting. Between Gianni and his family. Between Australia and Italy. Among the secrets and the truth. The bilingual edition becomes a due representation of this meeting-dialogue-revelation.

ISBN 978-88-95465-15-9

19,90

p. 231